Psicogenealogia

Psicogenealogia junghiana
La psicogenealogia è un metodo di indagine che riguarda i nessi e le ripetizioni tra le storie dei discendenti e quelle degli antenati. Lo strumento che viene utilizzato per evidenziare questi legami è il genosociogramma, una sorta di albero genealogico commentato.
Lealtà invisibili, sindrome di anniversario, bambini di sostituzione, gemello morto in utero, nevrosi di classe, cripte e fantasmi psichici (metafore di segreti portatori di sofferenze nei discendenti), sono eventi che sono stati analizzati approfonditamente da studiosi e sperimentatori.
Il psicogenealogista utilizza le teorie che sono state elaborate per spiegare il ripetersi di fatti ed eventi traumatici accaduti molto tempo prima nella vita degli antenati del cliente. Accompagna quest’ultimo in un percorso di consapevolezza su quello che, nella storia familiare, è rimasto in sospeso, oscuro e ragione di difficoltà per i discendenti.
Durante il percorso vengono proposti degli atti simbolici riparatori che possono aiutare tutto il sistema familiare della persona a elaborare il trauma indicibile, il lutto non elaborato, il segreto di famiglia (ecc).
Lo strumento del genosociogramma, offrendo quindi una visione transgenerazionale del problema del singolo, apre nuove possibilità per il suo superamento. E’ anche una tecnica utile per affrontare i problemi presenti tramite la mediazione di quelli passati.


Per informazioni e appuntamenti: Marie-Axelle Orset, tel 3408210352, ax.orset@gmail.com